Leggi e Norme di interesse per l’Università. Parte I: anni 2004-2009

Piccoli “flash” sui contenuti di Leggi di interesse per l’Università

NOTA: il presente elenco è stato preparato ad uso del sottoscritto allo scopo di rintracciare in breve tempo il contenuto di articoli o commi particolari di leggi o decreti precedenti. Di fatto parte dal 2004, ma non ha alcuna pretesa di essere esaustivo.  Viene qui riportato solo perché potrebbe essere di aiuto anche ad altri.
Paolo Gianni

I parte:  anni 2004 – 2009.

Leggi dello Stato, o Decreti del Ministro UR, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, con riflessi sull’Università.
(sono esclusi i DPCM  che realizzano soltanto l’adeguamento ISTAT delle retribuzioni).

ANNO 2001

DPCM (Dip. Funzione pubblica) 28 Novembre 2000 (G.U. 84 del 10/4/2001)
“Codice di comportamento dei dipendenti delle P.A.”

LEGGE 28 dicembre 2001, n.448  Finanziaria 2002.
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2002).
(GU n. 301 del 29-12-2001- Suppl. Ordinario n.285)

ANNO 2004

Decreto-Legge 7 Aprile 2004 n. 97, convertito nella Legge 4 Giugno 2004, n. 143 (G.U. 130 del 5/6/2004)
“Conversione il Legge, con modificazioni, del D-L 7/4/2004 n. 97, recante disposiz. urgenti etc.”
Art. 4bis: sanatoria di giudizi idoneità associato a seguito di sospensive TAR
Art. 5: esclude dal calcolo del limite del 90% per il personale gli aggiornamenti ISTAT e gli aumenti contrattuali T-A a partire dal 2002, e calcola solo per 2/3 la spesa del personale convenzionato col SSN.

Decreto MIUR 22 Ottobre 2004, n. 270 (G.U. 266 del 12/11/2004)

“Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con D. MURST 3/11/1999, n, 509”.
E’ il decreto che, tra l’altro,  prevede il percorso a Y.

ANNO 2005


DPR. 30 Novembre 2004
, (G.U. 18 del 24/1/2005)
“Autorizzazione all’assunzione di personale presso le Università”
Assunzioni 2005 in deroga alla finanziaria.

D. Legsl. 10 Febbraio 2005, n. 30 (G.U. 52 del  4/3(2005, Suppl Ord. N. 28)
“Codice della proprietà industriale, a norma dell’art. 15, Legge 12/12/2002, n. 273″
Art. 65: Il ricercatore è titolare esclusivo dei diritti.

Decreto MIUR 18 Marzo 2005 (G.U. 78 del 5/4/2005)
“Modificazioni agli allegati B e D al D. MIUR 4/10/2000, concernente rideterminazione e aggiornamento dei Settori Scientifico-Disciplinari e definizione delle relative declaratorie”.

D-L  31/1/2005 n. 7, convertito nella Legge 31 Marzo 2005, n. 43  (G.U. del 1/4/2005)
“Disposizioni urgenti per l’Università etc.”
Art. 1, comma 2: dopo I anno di servizio il trattamento economico dei ricercatori è il 70% dell’associato a TP.
Art. 1, comma 2bis: nei bandi di concorso per professore dopo 15/5/2005 si farà un solo idoneo.
Art. 1-ter: a partire dal 2006 entro 30 Giugno le Università adottano programmi triennali. Gli indicatori per la valutazione dei programmi saranno definiti da un Decreto del Ministro UR (vedi D.M.UR del 18/10/2007).

L. 4 Novembre 2005, n. 230 (G.U. 258 del 5/11/2005)
“Nuove disposizioni concernenti i professori e i ricercatori universitari e delega al Governo per il riordino del reclutamento dei professori universitari”.
E’ la Legge Moratti.

D-L 30 Dicembre 2005, n. 273 (G.U. del 30/12/2005) Legge di conversione?
“Definizione e proroga dei termini etc.”, cosiddetto “Decreto milleproroghe”:
Art. 8: proroga gli effetti della L. 4/6/2004 ( nella parte che esclude aumenti Istat + contratti personale T-A  dal calcolo del limite 90%) al 31/12/2006.
Art. 16: proroga il CNSU al 30 Aprile 2007.
Art. 35: fa partire le nuove procedure di reclutamento della Legge Moratti dalla data del D.-Legsl. di attuazione.

ANNO 2006

L. 16 Gennaio 2006, n. 18  (G.U. 21 del 26/1/2006)
“Riordino del C.U.N.”

D-L 5 Dicembre 2005 n. 250, convertito nella L. 3 Febbraio 2006, n. 27 (G.U. 29 del  4/2/2006)
“Conversione in legge, con modificazioni, del, recante misure urgenti in materia di Università etc.”
Art. 1: aumento del fondo per assegni di ricerca annuali.

Legge 9 Marzo 2006 n. 80
(G.U. 59 del 11/3/2006)
Conversione in legge del D-L  10 Gennaio 2006, n. 4  (GU 8 del 11/1/2006) recante: “Misure urgenti in materia di organizzazione  e funzionamento della P. A.”
Stabilisce la nuova normativa sui Co.Co.Co.

D-Legsl. N. 164 del 6 Aprile 2006 (G.U. 101 del 3/5/2006)
“Riordino della disciplina del reclutamento dei professori universitari a norma dell’articolo 1, comma 5, della L. 4 Novembre 2005”.

L. n. 233 del 17 Luglio 2006, che ha convertito il D-L N. 181 del 18 Maggio 2006.
All’art. 1, comma 8, istituisce il Ministero dell’Università e della Ricerca.

L. 12 Luglio 2006, n. 228  (G.U. 160 del 12/7/2006)
“Conversione in legge, con modificazioni, del D-L 12 Maggio 2006, n. 173, recante proroga di termini per l’emanazione di atti di natura regolamentare”.
Art. 1: proroga al 31/12/2006 emanazione regolamenti dati sensibili.
Art. 1-sexies: proroga al termine dell’A.A. 2006-07 la validità dell’art.12 della L. 241/1990 (quello sulle attività didattiche di ric. e prof.).

D-L. 3 Ottobre 2006, n. 262 (G.U.  277 del 28/11/2006, Suppl. Ord. n. 223), convertito nella  L. 24 Novembre 2006, n. 286 “disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria:”
Commi 138-148: istituzione ANVUR + delega regolamenti riordino Enti Ricerca + limite crediti riconoscibili in convenzione + blocco università telematiche.
Per il regolamento ANVUR vedi Bozza Mussi 2007.

Legge Finanziaria 2007: L. 27 Dicembre 2006 n. 296 (G.U. 299 del 27/12/2006).
c. 523, 562: limiti assunzioni (max 20% della spesa relativa a cessazioni anno precedente).
c. 556: conferma che aumenti retributivi a carico delle università.
c. 576: diminuzione 30% adeguamento ISTAT.
c. 603-604: collegi universitari.
c. 637-654: disposizioni varie tra cui 647 (decreto per procedure nuovi concorsi ricercatore), 648 (definizione nel decreto di nuovi posti di ricercatore), 650 (stanziamento 20-40-80 Meuro per 2009-2010-1011 per finanziare c. 647), 653 (no a nuove facoltà o CdL decentrati).

D-L. n. 300 del  2006 (G.U. del /2006)
Cosiddetto “Decreto Milleproroghe”.

ANNO 2007

Legge 27 Settembre 2007 n. 165 (GU n. 236 del 10/10/2007). “Delega al Governo in materia di riordino degli Enti di Ricerca”.

D. Ministro UR 18 Ottobre 2007 n. 506
: “Indicatori per la valutazione dei risultati della Programmazione Triennale 2007-2009”.
Fissa i criteri in base ai quali valutare la programmazione delle Università per il triennio 2007-2009

D. Ministro UR 31 Ottobre 2007 n. 544: “Definizione dei requisiti dei Corsi di Laurea  . . . . . .  e dei requisiti qualificanti  . .  etc.”.
E’ il Decreto che, facendo seguito alle “Linee Guida sulle nuove Lauree” (Decreto Ministro UR del 26 Luglio 2007), fissa i requisiti per l’attivazione delle nuove Lauree. Nell’allegato D, richiamato dall’art. 11 (“Requisiti qualificanti”)  introduce il “docente equivalente” per il quale gli Ordinari contano 1, gli Associati 0.7 e i Ricercatori 0.5.

D-L n. 147 del 7 Settembre 2007, convertito con modificazioni nella L. 25/10/2007 n. 176 (G.U. n. 250 del 26/10/2007) “Disposizioni urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2007-2008 e in materia di concorsi per ricercatori universitari.”
– Art. 3, comma 1: visto il ritardo delle nuove regole per il reclutamento dei ricercatori permette di spendere i 20 milioni di euro del I anno del “reclutamento speciale” con le regole concorsuali vigenti.
– comma 1-bis : prevede il giudizio dell’ANVUR al compimento del terzo anno di ruolo sui singoli ricercatori che verranno assunti d’ora in poi, e la penalizzazione economica dell’ateneo in caso di giudizio negativo.
Approvato però un ordine del giorno che impegna il governo a rivedere il comma 1-bis.

Decreto Mussi del 7 Dicembre 2007  “Regolamento per Nuovi Concorsi a Ricercatore”.
La Sezione di Controllo della Corte dei Conti ha ricusato la registrazione ( Nota 49/P del 13 Marzo 2008).

Legge Finanziaria 2008: L. 24 Dicembre 2007 n. 244 (G.U. 300 del 28/12/2007, Suppl. Ord. N. 285/L).
– art. 2, commi 428-429:  aumento di 550 MegaEuro annui del FFO. La distribuzione agli atenei è subordinata alla adozione di un piano programmatico entro Gennaio 2008;
– art. 2, comma 430:  sono stanziati 40 MegaEuro all’anno, per aumentare le borse di studio per il dottorato, portando ad un aumento mensile netto di circa 150 euro.
– art. 2, comma 434:  dal 2008 il periodo di fuori-ruolo diminuisce di un anno ogni anno,  per  arrivare alla sua completa abolizione a partire dal 2010.
– art. 3, comma 66:  dal Gennaio 2008 viene abolita la riduzione al 70% dell’adeguamento ISTAT per chi ha una retribuzione superiore ai 53000 euro. Pertanto da tale mese il nostro stipendio verrà adeguato al 100%.
– art. 3, comma 94:  a seguito della norma che prevede la stabilizzazione dei co.co.co. precari della pubblica amministrazione, e’ stata introdotta una clausola che impedisce di applicarla al personale universitario che ha contratti di ricerca e insegnamento.

D-L 31/12/2007 n. 248 (Decreto Milleproroghe, GU n. 302 del 31/12/2007), convertito con modificazioni dalla L 28/2/2008 n. 31 (Suppl. Ord. n. 47 alla G.U. del 29/2/2008).
(per il testo coordinato con note vedi la GU del 18 Marzo 2008).
Sezione V- Università
Art. 12, comma 1: l’esclusione dal calcolo del limite del 90% dei costi per il personale a tempo indeterminato degli aggiornamenti ISTAT per i docenti e degli aumenti contrattuali per il personale T-A, a partire dal 2002, è prorogato fino al 31 Dicembre 2008.
Art. 12 comma 2: proroga dei vecchi concorsi a professore della legge 210/1998, con ripristino della doppia idoneità, fino al 31 Dicembre 2008. Le Università devono fare i bandi entro 30 Giugno 2008.
Art. 12 comma 2bis: nelle more dell’attuazione del nuovo regolamento per i concorsi a ricercatore proposto dall’amministrazione Mussi, sono validi i concorsi a ricercatore, finanziati interamente su fondi degli atenei e banditi secondo le vecchie norme della L. 210/1998, emanati entro la data di entrata in vigore della presente legge (1 Marzo 2008).
Art. 13: i termini temporali previsti per la conferma dei ricercatori dal DPR. 382 si applicano anche ai ricercatori nominati c/o la Scuola dell’Economia e delle Finanze a seguito della Finanziaria 2002 (art. 19, comma 15).
Art. 13 bis, comma 1: Il fondo FFO viene aumentato di 16 M-euro a partire dal 2008.

ANNO 2008

DPR 21/2/2008 n. 64 (GU n. 84 del 9/4/2008) Regolamento ANVUR
:   “Regolamento concernente la struttura ed il funzionamento dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).”

D-L 25/6/2008 n. 112, convertito con modificazioni dalla L 6/8/2008 n. 133 (Testo coordinato nel Suppl. Ord. n. 196 alla G.U. n. 195 del 21/8/2008 ).
E’ il cosiddetto Decreto Tremonti che anticipa i contenuti della legge finanziaria.
Art. 16: facoltà di trasformazione in fondazioni delle università.
Art. 17: soppressione della Fondazione IRI e devoluzione del patrimonio alla Fondazione IIT (Istituto Italiano di Tecnologia).
Art. 66: turn over.
c. 13 : fermo restando il vincolo di non superare il 90% del FFO, le Università possono procedere a nuove assunzioni nel triennio 2009-2011 nei limiti del 20% del personale cessato nell’anno precedente (vale il criterio più restrittivo tra quello numerico e quello della spesa). Per il 2012 il limite sale al 50%. Lo stesso comma prevede le seguenti riduzioni del FFO: 63,5 Meuro per il 2009, 190 per il 2010, 316 per il 2011, 417 per il 2012, 455 a partire dal 2013.
Art. 69: con effetto dal 1 gennaio 2009 gli automatismi stipendiali degli scatti biennali o delle classi di stipendio (queste ultime nel limite del 2,5%) vengono bloccati una tantum per 12 mesi. Alla fine dei 12 mesi la retribuzione ritorna quella di diritto.
Art. 71:
c. 1: nei primi 10 giorni di assenza per malattia viene corrisposto solo il trattamento economico fondamentale, con esclusione di indennità o emolumenti a carattere fisso e continuativo. La norma non dovrebbe riguardare professori e ricercatori  che non sono contrattualizzati e non hanno obbligo di orario né di presenza giornaliera.
Art. 72
c. 7-10: il biennio ulteriore di permanenza in servizio prima del pensionamento si trasforma da diritto del singolo a facoltà dell’amministrazione. Si può farne domanda tra i 12 e i 24 mesi antecedenti il pensionamento e il Rettore decide.
c. 11: l’amministrazione, con preavviso di sei mesi, può mandare in pensione anticipata i dipendenti che hanno già maturato 40 anni di anzianità contributiva. La norma non si applica a magistrati e professori universitari. Purtroppo non sono esclusi i ricercatori.

Decreto Legge 3 Giugno 2008 n. 97
, convertito nella Legge n. 129 del 2/8/2008 (G.U. n. 180 del 2 Agosto 2008).
Il Decreto nulla aveva a che fare con l’Università, però vi sono state inserite alcune norme originalmente presenti nel Decreto Milleproroghe, n. 113.
Art. 4-bis, c.16:  proroga al 31 Dicembre 2009 la possibilità di fare concorsi a professore con le vecchie norme della legge 210/1998. Gli atenei possono far pubblicare i bandi entro il 30 Novembre 2008. In tali concorsi si farà un solo idoneo.
Art. 4-bis, c.17:  per il 2008 prevede di utilizzare i fondi stanziati dalla finanziaria 2007 per il reclutamento straordinario di ricercatori, voluto dall’ex-Ministro Mussi, per l’espletamento di normali concorsi per ricercatore con le vecchie regole.
Art. 4-bis, c.18:  proroga il CNVSU fino al Maggio 2009 e rifinanzia il CIVR in attesa della partenza dell’ANVUR.

D-L 10/11/2008 n. 180, convertito con modificazioni dalla Legge 9/1/2009 n. 1 (Testo coordinato nella G.U. n. 6 del 9/1/2009).
E’ il cosiddetto Decreto Gelmini che dovrebbe rimediare ad alcuni dei difetti del D-L 112/2008
Art. 1: reclutamento nelle Università e negli Enti di Ricerca.
c. 1: le università che al 31 Dicembre di ciascun anno hanno superato il 90% del FFO non possono né bandire concorsi né assumere personale (di ruolo);
c. 2: le stesse università sono escluse dalla ripartizione dei fondi 2008-2009 del reclutamento straordinario di ricercatori (Legge Mussi).
c. 3: le università che non superano il 90% FFO possono assumere, per ciascun anno, personale di ruolo pari al 50% della spesa relativa al personale cessato nell’anno precedente; una quota non inferiore al 60% di tale somma è riservata all’assunzione di ricercatori o di contrattisti ex-Legge Moratti, non superiore al 10% per professori ordinari.
c. 4: le commissioni di concorsi per professore delle sessioni 2008 sono formate da 5 Prof. Ordinari: uno nominato dalla Facoltà + 4 sorteggiati.
c. 5: le commissioni di concorsi per ricercatore entro il Dicembre 2009 sono formate da 3 Professori: uno nominato dalla Facoltà + 2 prof. ordinari sorteggiati.
c. 7: nei concorsi per ricercatore la valutazione è fatta per titoli “illustrati e discussi davanti alla commissione”; i criteri fissati in un Decreto del MUR.
c. 8 : le regole per le commissioni di cui al comma 5 valgono anche per i concorsi già banditi ma di cui non sono state fatte le votazioni per le commissioni.
c. 8-bis: possono fare i commissari anche i professori che non usufruiscono del biennio facoltativo di permanenza in ruolo.
c. 8-ter: possibilità di riapertura dei bandi entro il 31 Gennaio 2009.

Art. 1-bis: chiamate dirette.
Si possono chiamare sui ruoli di professore o di ricercatore studiosi impegnati all’estero da almeno un triennio; si possono chiamare per chiara fama professori ordinari.

Art. 2: misure per la qualità del sistema universitario
a partire dal 2009 almeno 7% del FFO distribuito in base a criteri di qualità (offerta formativa, qualità ricerca scientifica, efficacia-efficienza sedi didattiche) definiti da decreto MUR entro 31 Marzo 2009.

Art. 3: diritto allo studio
per l’anno 2009 i fondi per residenze studentesche aumentano di 65 Meuro, quelli per borse di studio di 135 Meuro.

Art. 3-bis: istituzione dell’anagrafe nazionale della ricerca per professori e ricercatori.

Art. 3-ter: Valutazione attività di ricerca.
c. 1-3: a partire dal 2011 dimezzamento scatti biennali per chi non ha pubblicazioni nel biennio precedente.
c. 4: professori e ricercatori che nel triennio precedente non hanno pubblicazioni non possono essere commissari di concorso.

Art. 3-quater: pubblicità delle attività di ricerca delle università.

ANNO 2009

Legge n. 15 del 4/3/2009 (G.U. n. 53 del 5 Marzo 2009).
E’ la cosiddetta Legge Brunetta “Delega al governo finalizzata  all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico etc.”

Art. 6: Principi e criteri in materia di dirigenza pubblica, etc..
c. 3:  Modifica il comma 11 dell’art. 72 del DL 112 (L. 133/2008) prevedendo come requisito per mandare in pensione anticipata i dipendenti pubblici non più l’anzianità contributiva di 40 anni, bensì la “anzianità massima di servizio effettivo di 40 anni”.

Decreto Legge n. 78 del 1 Luglio 2009, convertito nella L. 3 Agosto 2009 n. 102 (G.U. n. 179 del  4/8/2009, Suppl Ord. N. 140).
E’ il decreto “recante provvedimenti anticrisi”.

Art. 17: Enti pubblici: economia, controlli, Corte dei Conti.
c. 18: il termine per la assunzione di personale cessato nel 2008 è prorogato al 31/12/2010.
c. 35-novies: modifica il c. 11 dell’art. 72 del decreto legge 112/2008 permettendo alle amministrazioni pubbliche negli anni 2009-2011 di risolvere anzitempo il rapporto di lavoro dei dipendenti con 40 anni di anzianità contributiva. Ciò riapre la via al licenziamento di ricercatori e assistenti universitari, e del personale T-A. Però l’inciso “nell’esercizio dei poteri di cui all’art. 5 del citato decreto legislativo n. 165/2001” potrebbe limitare la portata della norma ai dipendenti in regime privatistico, ossia contrattualizzati.
c. 35-decies: fa salvi i decreti di cessazione del servizio emessi a suo tempo in regime di validità del testo originale del decreto legge 112, nonché le eventuali lettere di preavviso.
Art. 23:
c. 20: proroga il CNVSU fino all’insediamento dell’ANVUR  e comunque non oltre il 31/12/2009.
c. 21: proroga fino al 31/12/2009 la validità delle vecchie lauree al fine dell’accesso agli esami di Stato.

Decreto Legge n. 194 del 30 dicembre 2009, convertito nella L. 26 Febbraio 2010 n. 25. (G.U. n. 48 del  27/2/2010, Suppl. Ord. N. 39).
“ Proroga di termini previsti da disposizioni legislative.” E’ il solito “decreto mille proroghe”.

Art. 4, c. 2. : se ho capito bene, fa partire dal 2011-2012 la cosiddetta valorizzazione della qualita’ dei risultati scolastici ai fini dell’accesso ai corsi di laurea universitari di cui all’articolo 1 della legge 2 agosto 1999, n. 264.

Art. 6: Proroga di termini in materia sanitaria
c. 1: rinvia al 31 Gennaio 2011 il termine che le regioni hanno per organizzare in strutture adeguate l’attività “intramoenia” dei medici, così permettendo loro, fino a quella data, di continuare a farla anche negli studi privati.

Art. 7: Proroga di termini in materia di istruzione
c. 1: proroga il CNVSU fino alla partenza dell’ANVUR, e comunque non oltre il 30 Giugno 2010.
c. 2: sposta al 31 Dicembre 2010 la validità delle commissioni di concorsi per ricercatore stabilite dalla L. 1/2009, cioè quelle formate da 3 Professori: uno nominato dalla Facoltà + 2 prof. ordinari sorteggiati.
c. 4-bis: esenta gli istituti ad ordinamento speciale IUSS (Pavia), IMT (Lucca) e IISU (Firenze) dalle limitazioni al turn-over, e prelievo del 50% dei relativi fondi fino al 2011, di cui all’art. 66, c. 13, del D-L 112/2008.
c. 5-quinquies: proroga fino al 31 Dicembre 2010 il calcolo convenzionale delle spese fisse per il personale degli atenei (<90% FFO), calcolando solo il 66% per il personale convenzionato col SSN e non tenendo conto degli aumenti contrattuali T-A e adeguamenti ISTAT.

Piccoli “flash” sui contenuti di Leggi di interesse per l’Università

NOTA: il presente elenco è stato preparato ad uso del sottoscritto allo scopo di rintracciare in breve tempo il contenuto di articoli o commi particolari di leggi o decreti precedenti. Di fatto parte dal 2004, ma non ha alcuna pretesa di essere esaustivo.  Viene qui riportato solo perché potrebbe essere di aiuto anche ad altri.

Paolo Gianni                                                                                    

I parte :  anni 2004 – 2009.

 

Leggi dello Stato, o Decreti del Ministro UR, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, con riflessi sull’Università.

(sono esclusi i DPCM  che realizzano soltanto l’adeguamento ISTAT delle retribuzioni).

ANNO 2001

 

DPCM (Dip. Funzione pubblica) 28 Novembre 2000   (G.U. 84 del 10/4/2001)

“Codice di comportamento dei dipendenti delle P.A.”

 

LEGGE 28 dicembre 2001, n.448  Finanziaria 2002.

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2002).

(GU n. 301 del 29-12-2001- Suppl. Ordinario n.285)

 

 

ANNO 2004

Decreto-Legge 7 Aprile 2004 n. 97, convertito nella Legge 4 Giugno 2004, n. 143   (G.U. 130 del 5/6/2004)

“ Conversione il Legge, con modificazioni, del D-L 7/4/2004 n. 97, recante disposiz. urgenti etc. 

            Art. 4bis: sanatoria di giudizi idoneità associato a seguito di sospensive TAR

Art. 5: esclude dal calcolo del limite del 90% per il personale gli aggiornamenti ISTAT e gli aumenti contrattuali T-A a partire dal 2002, e calcola solo per 2/3 la spesa del personale convenzionato col SSN.

Decreto MIUR 22 Ottobre 2004, n. 270   (G.U. 266 del 12/11/2004)

“Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con D MURST 3/11/1999, n, 509”.

            E’ il decreto che, tra l’altro,  prevede il percorso a Y. 

 

ANNO 2005

 

DPR. 30 Novembre 2004,    (G.U. 18 del 24/1/2005)

“Autorizzazione all’assunzione di personale presso le Università”

            Assunzioni 2005 in deroga alla finanziaria.

D. Legsl. 10 Febbraio 2005, n. 30   (G.U. 52 del  4/3(2005, Suppl Ord. N. 28)

“Codice della proprietà industriale, a norma dell’art. 15, Legge 12/12/2002, n. 273 “

Art. 65: Il ricercatore è titolare esclusivo dei diritti.

Decreto MIUR 18 Marzo 2005  (G.U. 78 del 5/4/2005)

“Modificazioni agli allegati B e D al D. MIUR 4/10/2000, concernente rideterminazione e aggiornamento dei Settori Scientifico-Disciplinari e definizione delle relative declaratorie”.

D-L  31/1/2005 n. 7, convertito nella Legge 31 Marzo 2005, n. 43  (G.U.   del 1/4/2005)

“Disposizioni urgenti per l’Università etc.”

Art. 1, comma 2: dopo I anno di servizio il trattamento economico dei ricercatori è il 70% dell’associato a TP.

            Art. 1, comma 2bis: nei bandi di concorso per professore dopo 15/5/2005 si farà un solo idoneo.

Art. 1-ter: a partire dal 2006 entro 30 Giugno le Università adottano programmi triennali. Gli indicatori per la valutazione dei programmi saranno definiti da un Decreto del Ministro UR (vedi D.M.UR del 18/10/2007).

 

L. 4 Novembre 2005, n. 230   (G.U. 258 del 5/11/2005)

“Nuove disposizioni concernenti i professori e i ricercatori universitari e delega al Governo per il riordino del reclutamento dei professori universitari”.

E’ la Legge Moratti.

D-L 30 Dicembre 2005, n. 273 (G.U.   del 30/12/2005)                 Legge di conversione?

“Definizione e proroga dei termini etc.”, cosiddetto “Decreto milleproroghe”:

            Art. 8: proroga gli effetti della L. 4/6/2004 ( nella parte che esclude aumenti Istat + contratti personale T-A  dal calcolo del limite 90%) al 31/12/2006.

            Art. 16: proroga il CNSU al 30 Aprile 2007.

Art. 35: fa partire le nuove procedure di reclutamento della Legge Moratti dalla data del D.-Legsl. di attuazione.

 

 

ANNO 2006

L. 16 Gennaio 2006, n. 18    (G.U. 21 del 26/1/2006)

“Riordino del C.U.N.”

D-L 5 Dicembre 2005 n. 250, convertito nella L. 3 Febbraio 2006, n. 27   (G.U. 29 del  4/2/2006)
“Conversione in legge, con modificazioni, del, recante misure urgenti in materia di Università etc.”

Art. 1: aumento del fondo per assegni di ricerca annuali.

Legge 9 Marzo 2006 n. 80  (G.U. 59 del 11/3/2006)

Conversione in legge del D-L  10 Gennaio 2006, n. 4  (GU 8 del 11/1/2006) recante: “Misure urgenti in materia di organizzazione  e funzionamento della P. A.”

Stabilisce la nuova normativa sui Co.Co.Co.

D-Legsl. N. 164 del 6 Aprile 2006  (G.U. 101 del 3/5/2006)

“Riordino della disciplina del reclutamento dei professori universitari a norma dell’articolo 1, comma 5, della L. 4 Novembre 2005”.

L. n. 233 del 17 Luglio 2006, che ha convertito il D-L N. 181 del 18 Maggio 2006.

All’art. 1, comma 8, istituisce il Ministero dell’Università e della Ricerca.

L. 12 Luglio 2006, n. 228   (G.U. 160 del 12/7/2006)

“Conversione in legge, con modificazioni, del D-L 12 Maggio 2006, n. 173, recante proroga di termini per l’emanazione di atti di natura regolamentare”.

Art. 1: proroga al 31/12/2006 emanazione regolamenti dati sensibili.

Art. 1-sexies: proroga al termine dell’A.A. 2006-07 la validità dell’art.12 della L. 241/1990 (quello sulle attività didattiche di ric. e prof.).

D-L. 3 Ottobre 2006, n. 262 (G.U.  277 del 28/11/2006, Suppl. Ord. n. 223), convertito nella  L. 24 Novembre 2006, n. 286 “disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria:”

            Commi 138-148: istituzione ANVUR + delega regolamenti riordino Enti Ricerca + limite crediti riconoscibili in convenzione + blocco università telematiche.

Per il regolamento ANVUR vedi Bozza Mussi 2007.

Legge Finanziaria 2007: L. 27 Dicembre 2006 n. 296 (G.U. 299 del 27/12/2006).

            c. 523, 562: limiti assunzioni (max 20% della spesa relativa a cessazioni anno precedente).

            c. 556: conferma che aumenti retributivi a carico delle università.

            c. 576: diminuzione 30% adeguamento ISTAT.

            c. 603-604: collegi universitari.

c. 637-654: disposizioni varie tra cui 647 (decreto per procedure nuovi concorsi ricercatore), 648 (definizione nel decreto di nuovi posti di ricercatore), 650 (stanziamento 20-40-80 Meuro per 2009-2010-1011 per finanziare c. 647), 653 (no a nuove facoltà o CdL decentrati).

D-L. n. 300 del  2006  (G.U. del /2006)

Cosiddetto “Decreto Milleproroghe”.

ANNO 2007

 

 

Legge 27 Settembre 2007 n. 165 (GU n. 236 del 10/10/2007). “Delega al Governo in materia di riordino degli Enti di Ricerca”.

 

D. Ministro UR 18 Ottobre 2007 n. 506: “Indicatori per la valutazione dei risultati della Programmazione Triennale 2007-2009”.

Fissa i criteri in base ai quali valutare la programmazione delle Università per il triennio 2007-2009

 

D. Ministro UR 31 Ottobre 2007 n. 544: “Definizione dei requisiti dei Corsi di Laurea  . . . . . .  e dei requisiti qualificanti  . .  etc.”.

            E’ il Decreto che, facendo seguito alle “Linee Guida sulle nuove Lauree” (Decreto Ministro UR del 26 Luglio 2007), fissa i requisiti per l’attivazione delle nuove Lauree. Nell’allegato D, richiamato dall’art. 11 (“Requisiti qualificanti”)  introduce il “docente equivalente” per il quale gli Ordinari contano 1, gli Associati 0.7 e i Ricercatori 0.5.

 

D-L n. 147 del 7 Settembre 2007, convertito con modificazioni nella L. 25/10/2007 n. 176 (G.U. n. 250 del 26/10/2007) “Disposizioni urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2007-2008 e in materia di concorsi per ricercatori universitari.”

Art. 3, comma 1: visto il ritardo delle nuove regole per il reclutamento dei ricercatori permette di spendere i 20 milioni di euro del I anno del “reclutamento speciale” con le regole concorsuali vigenti.

comma 1-bis : prevede il giudizio dell’ANVUR al compimento del terzo anno di ruolo sui singoli ricercatori che verranno assunti d’ora in poi, e la penalizzazione economica dell’ateneo in caso di giudizio negativo.

Approvato però un ordine del giorno che impegna il governo a rivedere il comma 1-bis.

Decreto Mussi del 7 Dicembre 2007  “Regolamento per Nuovi Concorsi a Ricercatore”.

La Sezione di Controllo della Corte dei Conti ha ricusato la registrazione ( Nota 49/P del 13 Marzo 2008).

Legge Finanziaria 2008: L. 24 Dicembre 2007 n. 244 (G.U. 300 del 28/12/2007, Suppl. Ord. N. 285/L).

art. 2, commi 428-429:  aumento di 550 MegaEuro annui del FFO. La distribuzione agli atenei è subordinata alla adozione di un piano programmatico entro Gennaio 2008;

art. 2, comma 430:  sono stanziati 40 MegaEuro all’anno, per aumentare le borse di studio per il dottorato, portando ad un aumento mensile netto di circa 150 euro.

art. 2, comma 434:  dal 2008 il periodo di fuori-ruolo diminuisce di un anno ogni anno,  per  arrivare alla sua completa abolizione a partire dal 2010.

art. 3, comma 66:  dal Gennaio 2008 viene abolita la riduzione al 70% dell’adeguamento ISTAT per chi ha una retribuzione superiore ai 53000 euro. Pertanto da tale mese il nostro stipendio verrà adeguato al 100%.

art. 3, comma 94:  a seguito della norma che prevede la stabilizzazione dei co.co.co. precari della pubblica amministrazione, e’ stata introdotta una clausola che impedisce di applicarla al personale universitario che ha contratti di ricerca e insegnamento.

 

D-L 31/12/2007 n. 248 (Decreto Milleproroghe, GU n. 302 del 31/12/2007), convertito con modificazioni dalla L 28/2/2008 n. 31 (Suppl. Ord. n. 47 alla G.U. del 29/2/2008).

(per il testo coordinato con note vedi la GU del 18 Marzo 2008).

Sezione V- Università

Art. 12, comma 1: l’esclusione dal calcolo del limite del 90% dei costi per il personale a tempo indeterminato degli aggiornamenti ISTAT per i docenti e degli aumenti contrattuali per il personale T-A, a partire dal 2002, è prorogato fino al 31 Dicembre 2008.

Art. 12 comma 2: proroga dei vecchi concorsi a professore della legge 210/1998, con ripristino della doppia idoneità, fino al 31 Dicembre 2008. Le Università devono fare i bandi entro 30 Giugno 2008.

Art. 12 comma 2bis: nelle more dell’attuazione del nuovo regolamento per i concorsi a ricercatore proposto dall’amministrazione Mussi, sono validi i concorsi a ricercatore, finanziati interamente su fondi degli atenei e banditi secondo le vecchie norme della L. 210/1998, emanati entro la data di entrata in vigore della presente legge (1 Marzo 2008).

 

Art. 13: i termini temporali previsti per la conferma dei ricercatori dal DPR. 382 si applicano anche ai ricercatori nominati c/o la Scuola dell’Economia e delle Finanze a seguito della Finanziaria 2002 (art. 19, comma 15).

Art. 13 bis, comma 1: Il fondo FFO viene aumentato di 16 M-euro a partire dal 2008.

 

 

 

ANNO 2008

DPR 21/2/2008 n. 64 (GU n. 84 del 9/4/2008) Regolamento ANVUR:   “Regolamento concernente la struttura ed il funzionamento dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).”

D-L 25/6/2008 n. 112, convertito con modificazioni dalla L 6/8/2008 n. 133 (Testo coordinato nel Suppl. Ord. n. 196 alla G.U. n. 195 del 21/8/2008 ).

E’ il cosiddetto Decreto Tremonti che anticipa i contenuti della legge finanziaria.

Art. 16: facoltà di trasformazione in fondazioni delle università.

Art. 17: soppressione della Fondazione IRI e devoluzione del patrimonio alla Fondazione IIT (Istituto Italiano di Tecnologia).

 Art. 66: turn over.

c. 13 : fermo restando il vincolo di non superare il 90% del FFO, le Università possono procedere a nuove assunzioni nel triennio 2009-2011 nei limiti del 20% del personale cessato nell’anno precedente (vale il criterio più restrittivo tra quello numerico e quello della spesa). Per il 2012 il limite sale al 50%. Lo stesso comma prevede le seguenti riduzioni del FFO: 63,5 Meuro per il 2009, 190 per il 2010, 316 per il 2011, 417 per il 2012, 455 a partire dal 2013.

Art. 69: con effetto dal 1 gennaio 2009 gli automatismi stipendiali degli scatti biennali o delle classi di stipendio (queste ultime nel limite del 2,5%) vengono bloccati una tantum per 12 mesi. Alla fine dei 12 mesi la retribuzione ritorna quella di diritto.

Art. 71:

c. 1: nei primi 10 giorni di assenza per malattia viene corrisposto solo il trattamento economico fondamentale, con esclusione di indennità o emolumenti a carattere fisso e continuativo. La norma non dovrebbe riguardare professori e ricercatori  che non sono contrattualizzati e non hanno obbligo di orario né di presenza giornaliera.

Art. 72

 c. 7-10: il biennio ulteriore di permanenza in servizio prima del pensionamento si trasforma da diritto del singolo a facoltà dell’amministrazione. Si può farne domanda tra i 12 e i 24 mesi antecedenti il pensionamento e il Rettore decide.

c. 11: l’amministrazione, con preavviso di sei mesi, può mandare in pensione anticipata i dipendenti che hanno già maturato 40 anni di anzianità contributiva. La norma non si applica a magistrati e professori universitari. Purtroppo non sono esclusi i ricercatori.

Decreto Legge 3 Giugno 2008 n. 97, convertito nella Legge n. 129 del 2/8/2008 (G.U. n. 180 del 2 Agosto 2008).

Il Decreto nulla aveva a che fare con l’Università, però vi sono state inserite alcune norme originalmente presenti nel Decreto Milleproroghe, n. 113.

Art. 4-bis, c.16:  proroga al 31 Dicembre 2009 la possibilità di fare concorsi a professore con le vecchie norme della legge 210/1998. Gli atenei possono far pubblicare i bandi entro il 30 Novembre 2008. In tali concorsi si farà un solo idoneo.

Art. 4-bis, c.17:  per il 2008 prevede di utilizzare i fondi stanziati dalla finanziaria 2007 per il reclutamento straordinario di ricercatori, voluto dall’ex-Ministro Mussi, per l’espletamento di normali concorsi per ricercatore con le vecchie regole.

Art. 4-bis, c.18:  proroga il CNVSU fino al Maggio 2009 e rifinanzia il CIVR in attesa della partenza dell’ANVUR. 

  

  D-L 10/11/2008 n. 180, convertito con modificazioni dalla Legge 9/1/2009 n. 1 (Testo coordinato nella G.U. n. 6 del 9/1/2009).

E’ il cosiddetto Decreto Gelmini che dovrebbe rimediare ad alcuni dei difetti del D-L 112/2008

Art. 1: reclutamento nelle Università e negli Enti di Ricerca.

  c. 1: le università che al 31 Dicembre di ciascun anno hanno superato il 90% del FFO non possono né bandire concorsi né assumere personale (di ruolo);

  c. 2: le stesse università sono escluse dalla ripartizione dei fondi 2008-2009 del reclutamento straordinario di ricercatori (Legge Mussi).

  c. 3: le università che non superano il 90% FFO possono assumere, per ciascun anno, personale di ruolo pari al 50% della spesa relativa al personale cessato nell’anno precedente; una quota non inferiore al 60% di tale somma è riservata all’assunzione di ricercatori o di contrattisti ex-Legge Moratti, non superiore al 10% per professori ordinari.

  c. 4: le commissioni di concorsi per professore delle sessioni 2008 sono formate da 5 Prof. Ordinari: uno nominato dalla Facoltà + 4 sorteggiati.

  c. 5: le commissioni di concorsi per ricercatore entro il Dicembre 2009 sono formate da 3 Professori: uno nominato dalla Facoltà + 2 prof. ordinari sorteggiati.

  

  c. 7: nei concorsi per ricercatore la valutazione è fatta per titoli “illustrati e discussi davanti alla commissione”; i criteri fissati in un Decreto del MUR.

  c. 8 : le regole per le commissioni di cui al comma 5 valgono anche per i concorsi già banditi ma di cui non sono state fatte le votazioni per le commissioni.

  c. 8-bis: possono fare i commissari anche i professori che non usufruiscono del biennio facoltativo di permanenza in ruolo.

c. 8-ter: possibilità di riapertura dei bandi entro il 31 Gennaio 2009.

Art. 1-bis: chiamate dirette.

   Si possono chiamare sui ruoli di professore o di ricercatore studiosi impegnati all’estero da almeno un triennio; si possono chiamare per chiara fama professori ordinari.

Art. 2: misure per la qualità del sistema universitario

a partire dal 2009 almeno 7% del FFO distribuito in base a criteri di qualità (offerta formativa, qualità ricerca scientifica, efficacia-efficienza sedi didattiche) definiti da decreto MUR entro 31 Marzo 2009.

Art. 3: diritto allo studio

per l’anno 2009 i fondi per residenze studentesche aumentano di 65 Meuro, quelli per borse di studio di 135 Meuro.

 

Art. 3-bis: istituzione dell’anagrafe nazionale della ricerca per professori e ricercatori.

 

Art. 3-ter: Valutazione attività di ricerca.

  c. 1-3: a partire dal 2011 dimezzamento scatti biennali per chi non ha pubblicazioni nel biennio precedente.

  c. 4: professori e ricercatori che nel triennio precedente non hanno pubblicazioni non possono essere commissari di concorso.

Art. 3-quater: pubblicità delle attività di ricerca delle università.

ANNO 2009

 

 

Legge n. 15 del 4/3/2009 (G.U. n. 53 del 5 Marzo 2009).

  

E’ la cosiddetta Legge Brunetta “Delega al governo finalizzata  all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico etc.”

Art. 6: Principi e criteri in materia di dirigenza pubblica, etc..

c. 3:  Modifica il comma 11 dell’art. 72 del DL 112 (L. 133/2008) prevedendo come requisito per mandare in pensione anticipata i dipendenti pubblici non più l’anzianità contributiva di 40 anni, bensì la “anzianità massima di servizio effettivo di 40 anni”.

Decreto Legge n. 78 del 1 Luglio 2009, convertito nella L. 3 Agosto 2009 n. 102 (G.U. n. 179 del  4/8/2009, Suppl Ord. N. 140).

E’ il decreto “recante provvedimenti anticrisi”.

Art. 17: Enti pubblici: economia, controlli, Corte dei Conti.       

c. 18: il termine per la assunzione di personale cessato nel 2008 è prorogato al 31/12/2010.

c. 35-novies: modifica il c. 11 dell’art. 72 del decreto legge 112/2008 permettendo alle amministrazioni pubbliche negli anni 2009-2011 di risolvere anzitempo il rapporto di lavoro dei dipendenti con 40 anni di anzianità contributiva. Ciò riapre la via al licenziamento di ricercatori e assistenti universitari, e del personale T-A. Però l’inciso “nell’esercizio dei poteri di cui all’art. 5 del citato decreto legislativo n. 165/2001” potrebbe limitare la portata della norma ai dipendenti in regime privatistico, ossia contrattualizzati.

c. 35-decies: fa salvi i decreti di cessazione del servizio emessi a suo tempo in regime di validità del testo originale del decreto legge 112, nonché le eventuali lettere di preavviso.

Art. 23:

c. 20: proroga il CNVSU fino all’insediamento dell’ANVUR  e comunque non oltre il 31/12/2009.

c. 21: proroga fino al 31/12/2009 la validità delle vecchie lauree al fine dell’accesso agli esami di Stato.

Decreto Legge n. 194 del 30 dicembre 2009, convertito nella L. 26 Febbraio 2010 n. 25. (G.U. n. 48 del  27/2/2010, Suppl. Ord. N. 39).

“ Proroga di termini previsti da disposizioni legislative.” E’ il solito “decreto mille proroghe”.

 

Art. 4, c. 2. : se ho capito bene, fa partire dal 2011-2012 la cosiddetta valorizzazione della qualita’ dei risultati scolastici ai fini dell’accesso ai corsi di laurea universitari di cui all’articolo 1 della legge 2 agosto 1999, n. 264.

 

Art. 6: Proroga di termini in materia sanitaria

  c. 1: rinvia al 31 Gennaio 2011 il termine che le regioni hanno per organizzare in strutture adeguate l’attività “intramoenia” dei medici, così permettendo loro, fino a quella data, di continuare a farla anche negli studi privati.

Art. 7: Proroga di termini in materia di istruzione

  c. 1: proroga il CNVSU fino alla partenza dell’ANVUR, e comunque non oltre il 30 Giugno 2010.

  c. 2: sposta al 31 Dicembre 2010 la validità delle commissioni di concorsi per ricercatore stabilite dalla L. 1/2009, cioè quelle formate da 3 Professori: uno nominato dalla Facoltà + 2 prof. ordinari sorteggiati.

c. 4-bis: esenta gli istituti ad ordinamento speciale IUSS (Pavia), IMT (Lucca) e IISU (Firenze) dalle limitazioni al turn-over, e prelievo del 50% dei relativi fondi fino al 2011, di cui all’art. 66, c. 13, del D-L 112/2008.

c. 5-quinquies: proroga fino al 31 Dicembre 2010 il calcolo convenzionale delle spese fisse per il personale degli atenei (<90% FFO), calcolando solo il 66% per il personale convenzionato col SSN e non tenendo conto degli aumenti contrattuali T-A e adeguamenti ISTAT.